World Bank finanzia la riforma del settore finanziario
Giovedi 17 luglio il Consiglio dei Direttori Esecutivi della Banca Mondiale ha approvato un totale di 25 milioni di dollari USA di finanziamento per il governo del Mozambico. Questo finanziamento sarà il primo di una serie volta a promuovere lo sviluppo del settore finanziario, contribuendo direttamente alla strategia per il settore prestabilita dal Governo, e più precisamente al suo obiettivo di promuovere l'inclusione di più soggetti (specialmente micro e piccole imprese) e quello di una maggiore stabilità sui mercati finanziari. "Questa operazione contribuirà a migliorare la regolamentazione bancaria e la vigilanza, a rafforzare la rete di sicurezza ed il quadro generale di gestione delle crisi, ampliando l'inclusione finanziaria e migliorando i mercati dei titoli di Stato." afferma Mark R. Lundell, direttore particolare della Banca Mondiale per il Mozambico. Questa operazione si concentrerà su tre pilastri: stabilità finanziaria; inclusione finanziaria; ed 'endurance' dei mercati finanziari a lungo termine. Verrà rafforzata la stabilità finanziaria attraverso dei miglioramenti nella gestione del rischio delle banche, e della loro solidità finanziaria (aumenti strategici di capitale, diversificazione del portafoglio azionario ecc) e congiuntamente verranno stabiliti dei quadri operativi di sicurezza e gestione in caso di crisi di resilienza economica. L'operazione sosterrà anche le riforme volte a promuovere l'inclusione finanziaria concentrandosi sul sistema di informazioni creditizie, branchless banking e mobile banking, la tutela dei consumatori, i sistemi di pagamento e il quadro di insolvenza. Inoltre, contribuirà a promuovere mercati finanziari a lungo termine attraverso il sostegno a quelle riforme incentrate sullo sviluppo del debito e sul mercati dei capitali. In concreto, la strategia della banca è quella di aprire linee di credito a nuovi e maggiori soggetti in modo tale da far fiorire il tessuto imprenditoriale Mozambicano prevalentemente caratterizzato dalla piccola e media impresa che non riesce ad avere accesso al credito. Questa è infatti una delle strategie adottate dalla World Bank per contrastare la povertà ed è in linea con la sua strategia per il Mozambico (2012-2015).
Di admin (del 28/07/2014 @ 18:48:59, in News, letto 545 volte)
Tag:
Articolo Articolo  Storico News Stampa Stampa
I commenti sono disabilitati.
Cerca per parola chiave