Investimenti italiani in Mozambico: il Presidente mozambicano Guebuza ed il Vice Ministro Calenda in visita al Padiglione Italiano.
Maputo, 3 settembre 2013 – Le visite del Presidente del Mozambico Armando Guebuza e del Vice Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda –accompagnati dall’Ambasciatore d’Italia Vellano- al Padiglione Italiano della FACIM, fiera internazionale del Mozambico, considerata il più rilevante momento promozionale ed evento economico del Paese, rappresentano senz’altro la sottolineatura della cruciale e crescente importanza dei rapporti tra Italia e Mozambico, anche a livello economico. Tra i settori prioritari della presenza italiana –che ha visto la partecipazione di oltre 50 aziende- “un ruolo prioritario gioca senz’altro il real estate” afferma Simone Santi, Console Onorario del Mozambico a Milano e CEO di Leonardo Group “con un notevole sviluppo a Maputo ed una crescente domanda di rifiniture di alta qualità. Il Made in Italy è richiesto soprattutto dagli operatori italiani già attivi nel Paese nelle costruzioni o che stanno investendo nella realizzazione di resort turistici”. “Un grande polo di attrazione va inoltre consolidandosi nell’area nord del Paese” prosegue Santi “grazie all’ormai nota scoperta di gas da parte di ENI ed allo sviluppo connesso a questa operazione che investirà tutta l’area di Pemba e Cabo Delgado, che apre anche opportunità per le imprese italiane nel settore dei servizi, dell’agricoltura e delle macchina agricole, anche in considerazione del recente piano di meccanizzazione agricola, approvato dal Ministero dell’Agricoltura, che riprende il modello dei consorzi agrari italiani per sviluppare Centri di prestazione di servizi in tutto il paese”. Sempre maggiore e consolidato, dunque, l’interesse verso l’area del SADC (Southern African Development Community) che a ragione, anche se con un po’ di ritardo rispetto agli attori di altri Paesi (in particolare brasiliani, cinesi ed indiani), sta diventando un importante mercato di riferimento per gli operatori italiani ed europei in generale. La CTA, associazione imprenditoriale mozambicana che sta giocando un ruolo chiave per la gestione del “local content”, interpretato in una logica liberista a favore della crescita del know-how delle imprese mozambicane grazie a partnerariati con imprese estere, ha illustrato al Vice Ministro Calenda le linee di sviluppo ed i settori di maggior interesse per la business comunity, in particolare per le PMI, ricordando di avere aperto, in occasione della visita del Ministro dello sviluppo economico Italiano nel 2008, la sua prima rappresentanza estera proprio in Italia, con un accordo di rappresentanza in Italia con la Leonardo BC, per aumentare la collaborazione con le imprese e le associazioni imprenditoriali italiane
Di admin (del 03/09/2013 @ 12:41:35, in Eventi, letto 736 volte)
Tag:
Articolo Articolo  Storico Eventi Stampa Stampa
I commenti sono disabilitati.
Cerca per parola chiave